i
Articolo facilmente comprensibile.

Cosa devo fare se compro una cosa rotta?

Ecco cosa ci dice la legge sulla garanzia dei prodotti

Ogni acquirente di un prodotto fisico è tutelato dal codice del consumatore. Di che si tratta nello specifico? Nel momento in cui si acquista un bene di consumo da un’attività imprenditoriale, si ha il diritto di ricevere il bene in questione conforme alla qualità e ai requisiti promessi dal venditore. Quindi, cosa succede se compro una cosa rotta o che non ha le caratteristiche descritte precedentemente? Le possibilità previste dalla legge in questo caso sono due, vengono riportate dalla legge sulla garanzia dei prodotti ed hanno a che fare con la “garanzia”:

  1. La decorrenza della garanzia, da parte del venditore, deve essere fornita dal momento dell’acquisto per un periodo di 2 anni;
  2. L’acquirente o consumatore ha un periodo di 2 mesi per denunciare l’esistenza del vizio o del difetto del bene in questione.

Fatta questa premessa a cosa ha diritto il consumatore?  Cosa bisogna fare a partire dalla decorrenza della garanzia?

Se ti sei chiesto cosa devo fare se compro una cosa rotta devi sapere che dalla decorrenza della garanzia, in quanto consumatore hai diritto:

  • Ripristino, senza spese extra, del bene nella sua conformità o comunque nella sua riparazione o sostituzione con un altro bene con le medesime caratteristiche;
  • Riduzione del prezzo, in quanto il bene sarebbe costato di meno se il vizio della cosa fosse stato evidente al momento dell’acquisto;
  • Risoluzione del contratto, con conseguente restituzione della somma versata al compratore e restituzione del bene al venditore.

Le riparazioni e le sostituzioni, in ogni caso, devono essere effettuate in un tempo breve per evitare di arrecare danno all’acquirente.

Fondamentale è da tenere a mente è l’importanza di conservare lo scontrino fiscale per accertare a tutti gli effetti il proprio acquisto.

La legge sulla garanzia dei prodotti si applica anche ai beni usati. Anche in questo caso la decorrenza della garanzia parte dal momento dell’acquisto ed ha una durata di 2 anni a partire dalla consegna del prodotto. Unica differenza è che in questo caso le parti possono stabilire una durata di 1 solo anno. 

Garanzia convenzionale

Oltre a quanto dettato dalla normativa di legge, molti prodotti sono dotati di una garanzia propria, la cosiddetta. garanzia convenzionale.

Ai sensi dell’art. 133 D.Lgs. 206/2005 la garanzia convenzionale vincola chi la offre secondo le modalità indicate nella dichiarazione di garanzia medesima o nella relativa pubblicità. Tale garanzia farà in modo che le norme a tutela del consumatore resteranno invariate e dovrà indicare in modo chiaro e comprensibile l’oggetto della garanzia stessa e gli elementi essenziali necessari per farla valere, come la durata e l’estensione territoriale della garanzia o anche il nome o la ditta e il domicilio o la sede di chi la offre.

Hai bisogno di una consulenza?